Come annunciato dal titolare del social network, infatti, sono in arrivo due nuove diverse certificazioni di autenticità, una contrassegnata da un simbolo in oro e l’altra in grigio. “Verificheremo ‘Verificato’ venerdì prossimo, ci scusiamo per il ritardo”, ha annunciato il CEO di Twitter sul suo profilo. Verranno utilizzati segni di spunta dorati per le aziende, segni di spunta grigi per i governi e segni di spunta blu per le persone taggate (che siano celebrità o meno),” ha continuato, “tutti gli account verranno verificati manualmente fino a quando la casella di controllo di verifica non sarà abilitata. ”

Nello specifico, per quanto riguarda le spunte blu, quelle riservate all’uso privato, il passo successivo sarebbe quello di dotarle di un’ulteriore etichetta che definisca se appartengono a una determinata organizzazione, a patto, come ha precisato Musk, “È stato confermato che questo è stato fatto dalla stessa organizzazione.”

Questa nuova versione di Twitter, lanciata per la prima volta all’inizio di novembre, ha causato problemi perché molte persone hanno scelto di pagare per creare account falsi, impersonando aziende note o celebrità. Questo è essenzialmente il motivo della decisione di posticipare la data di lancio del sistema, originariamente fissata dall’azienda per il 29 novembre.

Ferdinando Petrella Deci
Author: Ferdinando Petrella Deci

Sono un professionista specializzato in campagne di crowdfunding, social media manager, fotografo, video maker, illustratore. Ho raccolto più di un milione su kickstarter e Indiegogo. Ho prodotti venduti in tutto il mondo e marchi e brevetti internazionali. Nel tempo libero mi dedico a raccontare le storie più avvincenti in cui mi imbatto.

Sono un professionista specializzato in campagne di crowdfunding, social media manager, fotografo, video maker, illustratore. Ho raccolto più di un milione su kickstarter e Indiegogo. Ho prodotti venduti in tutto il mondo e marchi e brevetti internazionali. Nel tempo libero mi dedico a raccontare le storie più avvincenti in cui mi imbatto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *