[ad_1]

Nel 1995, ho avuto l’opportunità di partecipare alla prima trasmissione televisiva via Internet, proposta da IBM tra i suoi uffici di New York e San Diego. Le immagini erano strabilianti e la qualità del suono era così così, ma da quel momento il mondo iniziò a cambiare modi interessanti e furono lanciate migliaia di nuove idee imprenditoriali. Al giorno d’oggi, l’intero mondo è gestito tramite teleconferenza video.

Le esperienze che stiamo vivendo collettivamente tramite la videoconferenza potrebbero aprire la strada anche alla prossima generazione di modelli di business. Le iniziative di domani possono essere costruite sulla “zoomificazione” del lavoro, dell’istruzione e della formazione, come spiegato da Lars Sudmann, ex CFO di Procter & Gamble Belgium e ora leader dell’innovazione e consigliere di amministrazione di organizzazioni come Il consiglio di conferenza. Aspettatevi di vedere, ad esempio, “uno ‘Zoom’ per i titoli universitari, la formazione aziendale e il lavoro a distanza aziendale di livello successivo”, spiega. “Finora, si presumeva che si dovesse stare insieme faccia a faccia per questo, ma con una grande esperienza utente come Zoom e raccomandazioni basate sull’intelligenza artificiale e generazione di idee, vedo una vasta gamma di possibilità all’orizzonte che verranno catturate “.

Tempi turbolenti significano dolore per molte organizzazioni, ma allo stesso tempo, ogni periodo turbolento ha prodotto la sua parte di innovatori imprenditoriali che hanno sfidato la saggezza comune di fare il hunkering. I tempi attuali – con la crisi di Covid-19 e la conseguente crisi economica – daranno origine alla sua generazione di innovatori? E stiamo parlando di nuove iniziative all’interno di aziende esistenti, nonché di startup scadenti. Ho posto questa domanda a Sudman e ad altri importanti venture capitalist, amministratori delegati ed esperti del mercato e fornirò le loro previsioni in una serie di post nelle prossime settimane.

Alcune delle più grandi aziende del mondo – Apple, Microsoft, Facebook, Google, Uber, Slack, Airbnb, Twilio, Shopify, Square e Stripe – sono state lanciate durante le recessioni economiche. Questa non è una coincidenza, dice Umesh Padval, venture partner con Thomvest Ventures. Durante le recessioni, spiega, “gli investimenti nell’innovazione in genere diminuiscono quando gli investitori diventano molto cauti. Questo crea la teoria darwiniana della sopravvivenza del più adatto. Molte aziende indifferenziate non possono raccogliere denaro e presentare un fallimento o vengono vendute. Tuttavia, il migliore le società con team solidi e piattaforme differenziate sopravvivono e vengono finanziate “.

Questo potrebbe essere uno di quei periodi straordinari in cui emergono aziende straordinariamente resistenti, continua Padval. La corsa al digitale significa che il mondo è maturo per nuove idee e approcci. “Il lavoro da casa ha aumentato l’uso di streaming video, videoconferenza e acquisti online e la connessione con contatti aziendali e personali”, sottolinea.

Quando si concepiscono nuove iniziative, iniziare con il modello di business e non necessariamente con la tecnologia. “Ultimamente, abbiamo visto molta innovazione nei modelli di business”, afferma Ondrej “Ondra” Krajicek, capo stratega tecnologico di Y Soft Corporation. “Il cloud e le innovazioni intorno al cloud riguardano principalmente l’innovazione nei modelli di business. È importante distinguere tra innovazione attraverso questi modelli di business e innovazione con la tecnologia. La tecnologia fatta bene può aprire molte porte e se c’è una buona ragione per le prove future, è la flessibilità del modello di business “.

Quando arriva il momento di considerare la tecnologia, è importante riconoscere che non esiste un’unica tecnologia in grado di avere un impatto. Invece, dipende da “come le tecnologie lavorano insieme per offrire un’esperienza senza soluzione di continuità”, afferma Erik Day, vicepresidente e direttore generale della divisione Dell Technologies Small Business in Nord America. “Indipendentemente, l’intelligenza artificiale, l’apprendimento automatico e il cloud sono fattori chiave per la continuità aziendale. Ma riunirli e poter applicare queste tecnologie per integrare i carichi di lavoro attraverso l’infrastruttura di un’azienda è il più grande cambiamento di gioco e porta a esperienze più intelligenti e intuitive.”

Ad esempio, dice Day, “pensa per un momento se hai applicato l’IA alle tue applicazioni di gestione della catena di approvvigionamento per correggere rapidamente le inefficienze e ottimizzare la catena di approvvigionamento. Senza dubbio un uso eccellente dell’IA. E se potessi distribuire la stessa app della supply chain nel cloud, integrarla con le tue operazioni di magazzino e le applicazioni HR? Ora non solo puoi vedere cosa sta succedendo nella tua catena di approvvigionamento, ma puoi applicare l’IA a tutte e tre le app nel cloud, ottenendo una visione in tempo reale di come un picco di ordini può essere supportato dal tuo inventario di magazzino e dal personale in crescita “.

Tuttavia, alcune tecnologie hanno avuto un impatto maggiore sul successo di nuove iniziative rispetto ad altre – e qui stiamo parlando del cloud. Mentre il passaggio al cloud accelera, “le tecnologie che gestiscono i dati ibridi e multi-cloud e le società di gestione delle applicazioni faranno molto bene”, afferma Krajicek, che osserva il profondo impatto che il cloud ha avuto sui modelli di business. Nel settore del software, ad esempio, “il modello di business è cambiato drasticamente negli ultimi cinque anni a modello SaaS da modello di licenza perpetua poiché riduce i costi per grandi e piccole imprese su un modello pay-as-you-go”, osserva .

Ciò ha implicazioni enormi ben oltre l’industria del software, consentendo l’innovazione a livelli mai visti prima. “È importante come imprenditore chiedere: ‘Qual è il potenziale di una particolare tecnologia e cosa dobbiamo fare per attingere al potenziale?” “, Ha detto Krajicek.” Finché esiste un accesso a Internet, media impresa, puoi sfruttare appieno le tecnologie di oggi. Un tempo, un’azienda doveva intraprendere le proprie ricerche per trovare la migliore soluzione tecnologica, che richiedeva tempo e denaro per essere completata. Oggi un’azienda può trarre vantaggio da Google, Microsoft, Oracle, Amazon o IBM e la tecnologia è disponibile rapidamente. Ciò offre un’incredibile opportunità che ha avuto un impatto su intere economie consentendo alle piccole e medie imprese di innovare e competere con i giganti “.

[ad_2]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.