Da questo Report possiamo estrapolare dei dati molti interessanti:

  • Instagram si attesta come la piattaforma preferita dai consumatori di fascia d’età più bassa
  • Il 74% degli utenti attivi è di sesso femminile
  • Il 68% segue degli influencer
  • L’82% di utenti di fascia d’età 16 – 24 anni segue influencer e si fà influenzare negli acquisti
  • Il 40% degli utenti attivi fa repost dei contenuti di altri utenti
  • Il 38% degli utenti attivi interagisce attivamente con commenti e like.

Gli influencer non sono per forza personaggi famosi.

E’ da sfatare il mito per cui si seguono solo ed esclusivamente cantanti, attori, personaggi dello spettacolo. Al contrario ci sono migliaia di personaggi diventati famosi su Facebook e Instagram, riuscendo a ritagliarsi uno spazio considerevole nella loro ”nicchia”, diventando dei veri e propri influencer popolarissimi e seguitissimi dal loro pubblico. Parliamo di addetti ai lavori nella moda ( finora sconosciuti ), personaggi LGBT, comici e attori alle prime armi o anche ragazzi e ragazze che risultano avere una spiccata propensione per la comicità, che gli utenti seguono per divertirsi. Questi personaggi creano dei veri e propri legami con chi li segue, attraverso post, storie e dirette, coinvolgono gli utenti a 360 gradi nella loro vita, aprono le porte della propria casa portandoli con sè durante i propri impegni quotidiani. Gli utenti ne condividono gioie e dolori, successi e insuccessi, legandosi in maniera profonda. Tutto questo, sul piano commerciale, si traduce in una fiducia costante per cui il consiglio d’acquisto di quel tale influencer diventa per l’utente come il consiglio di un amico.

Come si comporta Instagram verso gli influncer?

Gia da Novembre 2018 Instagram ha creato dei profili ribattezzati ”account creator” fatti appositamente per essere testati dagli influencer come strumenti su misura e specializzati sotto il lato commerciale. Questi strumenti permettono agli influencer di gestire gli utenti con cui interagiscono, leggere dati riguardo i follow e unfollow, la parte dedicata ai contatti e la suddivisione dei contatti amici ”utenti commerciali”, oltre a importanti novità nella gestione della messaggistica istantanea.

Come le aziende sfruttano l’influencer marketing: casi di successo.

Un caso di successo nell’utilizzo dell’influencer marketing come strategia vincente è quello di Airbnb, uno dei più grandi portali dove prenotare un alloggio (casa, stanza). Il gigante online di San Francisco, solo nel 2017 ha stretto accordi molto grandi con nomi importanti della musica e dello showbiz come Lady Gaga a Houston, promuovendo sui propri canali come Twitter e Instagram case affiatate per soggiornare durante concerti ed eventi. A Lady Gaga si sono aggiunti Mariah Carey a Malibu, Drake, Martin Garrix e molti altri. Non solo, ma queste sponsorizzazioni vengono realizzate in momenti specifici, quasi sempre in concomitanza con eventi e concerti come il Coachella Festival della musica e delle arti e uno dei principali eventi del settore negli Stati Uniti, eventi in cui aumentano in maniera esponenziale le interazioni sui social network. Tutte le campagne di Airbnb generano milioni di interazioni e secondo i dati mediakix.com hanno portato nelle ”casse”della società 510k di commenti e 18 milioni di mi piace sulla pagina ufficiale.

Le sponsorizzazioni attraverso strategie di influencer marketing, oltre a generare conversioni importanti, migliorano il valore e la percezione del Brand da parte degli utenti. Airbnb, infatti, punta a farti prenotare un appartamento in una città per vivere un’esperienza come se fossi un’abitante del luogo. Mostrare personaggi famosi che scelgono questi alloggi per soggiornare nei luoghi di tutto il mondo, fornisce all’utente un’esperienza reale e immersa a 360 gradi nel concetto ”ospitalità” di Airbnb.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.