[ad_1]

Nikola Motor, il produttore di camion upstart che cerca di scuotere il mercato dei veicoli pesanti, ha iniziato a costruire il suo primo impianto americano vicino a Phoenix con l’obiettivo di produrre semenze a batteria lì l’anno prossimo, seguite da futuristici colossi a celle a combustibile a idrogeno nel 2023.

La prima fase della fabbrica da 600 milioni di dollari su 430 acri a Coolidge, in Arizona, a un’ora da Phoenix ai margini del deserto di Sonora, si apre alla fine del prossimo anno con la produzione della batteria elettrica Nikola Tre, un camion “a cabina” per trasportare carichi a meno di 300 miglia. A lungo raggio Nikola Due anni dopo, equipaggiati con celle a combustibile a idrogeno e sistemi di alimentazione a batteria, verranno lanciati due anni dopo. Una volta completato, l’impianto sarà di 1 milione di piedi quadrati e avrà la capacità di produrre 35.000 camion a zero emissioni all’anno con due turni di montaggio.

“È davvero fantastico vedere dove si trova Nikola in questo momento finanziario, dove siamo tecnologicamente e dove siamo con i nostri piani di produzione”, fondatore e presidente esecutivo Trevor Milton ha detto ai giornalisti prima dell’innovazione. “Questa è stata la più grande domanda che la gente aveva: quando hai un impianto per costruire i tuoi camion? Bene, ora sta salendo. “

La costruzione della fabbrica segue la rapida inserzione di Nikola su Nasdaq
NDAQ
nel mese di giugno tramite a fusione inversa con VectoIQ, una società di acquisizione per scopi speciali, che ha notevolmente migliorato le casse della startup. Mentre la società non genererà entrate significative per alcuni anni, avrà circa 900 milioni di dollari a disposizione dalla fusione e dal rimborso dei warrant, secondo il CEO Mark Russell.

Nikola è all’avanguardia di una spinta da parte di aziende come Hyundai Motor, Toyota, Daimler e Volvo Trucks per commercializzare idrogeno per veicoli pesanti, nonché l’interesse per l’UE, la California e la Corea del Sud a utilizzarlo a livello di rete immagazzinamento di energia – per aiutare a ridurre le emissioni di carbonio. Competerà testa a testa con Tesla
TSLA
nei camion alimentati a batteria, e pensa che possa superare la compagnia di Elon Musk nel mercato dei semi a lungo raggio con veicoli che offrono più autonomia e che possono essere riforniti di carburante in circa la stessa quantità di tempo di un camion diesel.

E mentre è più efficiente utilizzare l’elettricità per caricare direttamente una batteria, piuttosto che produrre idrogeno che verrà convertito in elettricità, il costo dell’energia elettrica dalle utility varia ampiamente e significa che l’utilizzo della sola batteria per le flotte di camion sarà probabilmente superiore a idrogeno, secondo Milton. “Siamo tutti sulla batteria, ci piace”, dice. “Siamo tutti sull’idrogeno, lo adoriamo, ma dobbiamo anche ridurre i costi fino alla batteria.”

I sistemi di alimentazione a celle a combustibile, che producono elettricità su richiesta forzando idrogeno e ossigeno attraverso membrane in plastica e metallo ad alta tecnologia, esistono da decenni e le case automobilistiche hanno testato veicoli a celle a combustibile dagli anni ’90. Mentre gli alti costi dei componenti del gruppo propulsore e dei serbatoi di carburante sono diminuiti costantemente negli ultimi dieci anni, trovare un modo a basso costo per produrre idrogeno dall’acqua e dalle energie rinnovabili anziché dal gas naturale (la fonte primaria dell’idrogeno industriale) è stato un problema.

Milton sostiene che la nuova tecnologia dell’elettrolizzatore e l’aumento del surplus di energia solare ed eolica in California e negli Stati del sud-ovest significano che Nikola può fornire combustibile a idrogeno per camion più economico del diesel e senza inquinamento del tubo di scappamento.

Il nuovo stabilimento di Coolidge assemblerà i pacchi batteria utilizzati nei camion, ma i moduli di potenza delle celle a combustibile, forniti da partner come Bosch verranno spediti a bordo, ha dichiarato Milton. Inizia la produzione di Tres Germania nel 2021 con il partner CNH / Iveco, con alcune unità da esportare negli Stati Uniti, prima dell’apertura della fabbrica negli Stati Uniti. Nikola ha anche progettato un pickup elettrico a batteria e celle a combustibile, il Tasso, che deve essere prodotto da un fabbricante d’automobili ancora senza nome.

La società afferma di avere ordini di camion per un valore di $ 10 miliardi da società guidate da Anheuser-Busch, che vuole 800 dei suoi colossi non inquinanti. Il suo modello di business si basa su contratti di locazione che includono carburante per la durata del contratto di locazione. Nikola stima che le vendite raggiungeranno i 150 milioni di dollari nel 2021 e saliranno a $ 3,2 miliardi entro il 2024 man mano che aumentano le produzioni. Entro il 2024, prevede di vendere o noleggiare 7.000 unità a batteria e 5.000 camion a celle a combustibile a idrogeno, secondo il suo deposito.

Nikola ha dichiarato in anticipo rispetto al suo elenco Nasdaq che dovrà “raccogliere ulteriori $ 700 milioni di finanziamenti azionari tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022”, secondo un deposito della SEC. Inoltre, probabilmente emetterà debito nel 2023 e nel 2024 per un totale di $ 500 milioni. La spesa per le stazioni di idrogeno, che produrranno ciascuna otto tonnellate di carburante pulito al giorno da acqua ed elettricità rinnovabile, costerà circa 1 miliardo di dollari dal 2022 al 2024, secondo il fascicolo.

Le azioni della società sono scese del 3,8% a $ 35,20 nella negoziazione di Nasdaq di giovedì mattina. Una precedente ondata di azioni Nikola trasformò Milton in un miliardario. Forbes stima il suo patrimonio netto a $ 4 miliardi al 22 luglio, sulla base della sua partecipazione nella società.

[ad_2]

Francesco Giuliani
Author: Francesco Giuliani

Italian Entrepreneur & King of Influencers.

Italian Entrepreneur & King of Influencers.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *