[ad_1]

Mercoledì scorso, il Comitato della Camera per la supervisione e la riforma è previsto per tenere un’audizione: “F-35 Joint Strike Fighter: garantire sicurezza e responsabilità negli investimenti del governo da trilioni di dollari”. La natura portentosa del titolo implica la domanda: che cosa sta succedendo con questo programma? Dati i soldi, il tempo e lo sforzo investiti in questo velivolo e nei suoi sistemi associati, le aspettative riguardano risultati reali, non titoli negativi e battute d’arresto della linea di volo. La realtà è che Air Force, Navy, Marine Corps, alleati e partner hanno tutti bisogno di questo caccia di quinta generazione per funzionare come pubblicizzato. I requisiti dettati dall’ambiente globale delle minacce non richiedono nulla di meno.

Date quelle poste in gioco, la realtà—secondo quelli che volano davvero e lo impiegano — è che l’F-35 sta monitorando molto meglio di quanto il titolo dell’udito possa suggerire.

Il principale motivatore dietro l’F-35 è semplice: le esigenze di 21st i combattimenti aerei richiedono aeromobili con cinque attributi chiave: azione furtiva, guerra elettronica, sensori, potenza di elaborazione, tutti fusi in modo da collaborare efficacemente con altri attori in una regione di interesse in tempo reale. Questo è un insieme di capacità che si trovano solo negli aerei che rappresentano il futuro della potenza aerea degli Stati Uniti: F-22, F-35 e B-21. Tutto dipende dall’utilizzo di queste capacità per raggiungere al meglio gli obiettivi della missione, riducendo al minimo le vulnerabilità negando al nemico la capacità di colpire e uccidere il nostro velivolo. Questo è un insieme olistico di capacità altamente correlate. Gli aerei da combattimento efficaci hanno quel set di capacità, oppure non sono giocatori rilevanti per i conflitti ad alta minaccia che ci attendono. Questo è il motivo per cui i vecchi tipi di design ancora in produzione, come F-15EX, F-16 e F / A-18E / F, non sono fondamentalmente fattibili a lungo termine. Anche se mantengono rilevanza per i conflitti su scala ridotta e la difesa della patria, per dirla senza mezzi termini, contro le minacce di fascia alta, rappresentano un modo costoso di avere un’alta probabilità di essere abbattuti.

La valutazione dello status dell’F-35 in questa fase del programma sarà raggiunta da tre strumenti di valutazione tradizionali: tasso di capacità della missione (la misura di quando un aeromobile è meccanicamente pronto a volare, non giù per le riparazioni), costo per ora di volo, e costo di acquisto. Lo strumento di valutazione più importante è comunque Costo per effetto. Le prime valutazioni inizieranno a valutare i sistemi d’arma considerando ciò che serve per ottenere l’effetto desiderato, prima i contribuenti acquisiranno una comprensione onesta del valore dei sistemi d’arma militari. Usando questa scheda punteggio, le persone dovrebbero avere fiducia nella traiettoria del programma F-35.

Le prestazioni operative dell’F-35 sono un compito facile da valutare. È l’unico combattente di quinta generazione in produzione nel mondo occidentale. Se vuoi che gli attributi di azione furtiva, guerra elettronica, sensori, potenza di elaborazione e squadra in tempo reale siano tutti fusi in un pacchetto di caccia, questo aereo è quello. Gli F-35 sono già andati in guerra e i risultati parlano da soli.

Coloro che pilotano l’aereo sono davvero i migliori giudici, con un pilota F-35 che osserva: “Cinque-otto anni fa, progetteremmo un intero pacchetto di forze di [fourth-generation] velivoli, circa 20-30 velivoli, tutti forse per avere una sottile speranza di abbattere una moderna minaccia terra-aria – solo una. Ora, ci alleniamo per compiere la stessa missione con una certezza molto maggiore usando solo alcuni F-35, mentre continuiamo a eseguire una serie di altri compiti. ” Detto più direttamente, l’F-35 ottiene molto di più con meno aerei e lo fa con rischi molto minori. Questo è ciò che riguarda la valutazione del costo per effetto.

In Desert Storm ci sono voluti 19 aerei non invisibili per realizzare il stessi effetti come un F-117 invisibile. Il Dipartimento della Difesa deve iniziare a misurare il valore in questo contesto, non semplicemente usando il confronto dei costi unitari di un tipo di aeromobile con un altro. Se due F-35 riescono a realizzare ciò che serve 20 velivoli di ultima generazione, allora agli F-35 deve essere assegnato un vantaggio di costo da 10 a 1 unitamente al confronto dei costi totali del velivolo per ora di volo.

Dal punto di vista dell’affidabilità dei velivoli, l’F-35 sta seguendo un vettore positivo. Il 2019 ha visto aumentare il tasso di capacità della missione dell’aereo 55 percento al 73 percento. Ciò significa che i jet sulla linea di volo sono impostati per il lancio dei tre quarti del tempo, un numero che corrisponde ad altri aerei da combattimento. Osservando le prontezze dell’F-35 ottenute sia dall’industria che dagli aviatori, il capo dello staff dell’aeronautica generale David Goldfein recentemente commentato: “In realtà sono molto, molto contento della svolta che hanno fatto.”

Per quanto riguarda il costo di volo dell’F-35, un’unità misura i termini dell’aeronautica “costo per ora di volo”, oggi l’F-35 costa circa $ 35.000 all’ora di volo. I velivoli comparativi di questa classe sono generalmente a metà dei $ 20.000, un obiettivo che l’F-35 dovrebbe colpire entro il 2025. Tuttavia, va anche ricordato, come evidenzia il precedente commento del pilota F-35, molti meno F-35 possono ottenere molto di più con un numero inferiore di velivoli rispetto ai tipi di velivoli legacy. Non è necessario che un esperto di matematica capisca che ciò comporta costi totali molto inferiori nel mondo reale per raggiungere un determinato risultato di missione.

Le notizie sono anche su un vettore positivo dal punto di vista dei prezzi. L’F-35A sta attualmente eseguendo il tracking costa $ 77,9 milioni al lotto 14. Al contrario, il caccia F-15EX, un design che è stato in produzione dagli anni ’70, lo è impostato per costare $ 87,7 milioni. Ciò equivale a oltre $ 10 milioni in più per un aereo che manca dell’attributo chiave di azione furtiva, il che significa che ha una capacità molto limitata, se del caso, di eseguire missioni tra difese nemiche avanzate. Anche dove può impegnarsi con successo, la sopravvivenza richiederà grandi formazioni di missione difensiva di velivoli focalizzati sul mantenimento in vita degli F-15EX. Più soldi per meno capacità è una cattiva traiettoria di investimento e certamente mette in evidenza il valore offerto dal nuovo F-35, molto più capace.

L’F-35 non ha avuto un percorso senza problemi nella sua messa in campo, né ha nuovi aerei da combattimento. La realtà è che ogni generazione di velivoli da combattimento spinge la tecnologia al limite e ciò comporta sfide distinte e una curva di apprendimento. La vera domanda è se le tendenze relative a capacità, disponibilità, unità e costi operativi della missione siano orientate nella giusta direzione. Nel caso dell’F-35, questo è certamente il caso. Per i membri del Congresso in programma di assistere all’audizione di supervisione di questa settimana, potrebbe valere la pena ricordare il consiglio di Sir Frederick Handley Page, un pioniere dell’aviazione britannica: “Nessuno ha mai vinto una guerra cercando di farla funzionare a buon mercato. Niente è così costoso come perdere una guerra risparmiando denaro. Se vuoi oggi l’Air Force più economica possibile, è molto facile standardizzare un sacco di velivoli che non saranno utili quando arriverà la guerra. ”

I produttori di tutti gli aeromobili menzionati in questo articolo contribuiscono all’Istituto di studi aerospaziali Mitchell.

[ad_2]

Francesco Giuliani
Author: Francesco Giuliani

Italian Entrepreneur & King of Influencers.

Italian Entrepreneur & King of Influencers.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *