[ad_1]

WhatsApp domina il panorama della messaggistica sicura: nessuno ha fatto di più per portare la crittografia end-to-end alle masse e i suoi 2 miliardi di utenti sono materialmente più sicuri per i suoi sforzi. Ma i nuovi aggiornamenti di Apple e Google, così come il previsto mainstreaming di Signal upstart vero e proprio hanno alzato il livello. WhatApp sta reagendo, ovviamente, con una serie di aggiornamenti ora in versione beta. Ma c’è un’area in cui WhatApp soffre davvero rispetto al resto. Bene, questo sta per essere risolto.

Man mano che i nostri mondi diventano sempre più mobili, sempre più immediati, la portata che queste piattaforme hanno garantito è una miniera d’oro: letteralmente miliardi di noi si sono allontanati dai tradizionali messaggi SMS per cellulari per usare questi cosiddetti “over the top”. WhatsApp ha iniziato la sua vita come app per telefoni cellulari, in sostituzione di SMS, ma il suo vantaggio nella prima mossa l’ha trattenuto in un modo critico. Mentre altre piattaforme – iMessage, Signal, Telegram, perfino il Messenger di Facebook – offrono un accesso multiplo a dispositivi multipli, WhatsApp no.

L’ho segnalato per la prima volta più dispositivi collegati era in fase di sviluppo il mese scorso. E ora l’eccellente WABetaInfo ha confermato più codice nell’ultima versione beta che sembra confermare che l’aggiornamento è in arrivo e mostra come funzionerà nella pratica. Quattro dispositivi collegati a un singolo numero di telefono, a un singolo account. Ciò può significare l’utilizzo dell’autenticazione a due fattori per abilitare i nuovi dispositivi e significa utilizzare WhatsApp su un computer o tablet senza semplicemente estrarre contenuti dal telefono.

WhatsApp non vuole compromettere la sua crittografia end-to-end, ed è lì che ha una sfida. Le decisioni di progettazione includeranno se trasferire la cronologia dei messaggi su un dispositivo appena collegato, se tenere un repository principale centrale e come eseguire la crittografia end-to-end in cui entrambi i lati di una chat o i lati multipli di un gruppo hanno più di un dispositivo, creando una vasta gamma di endpoint.

L’introduzione di più dispositivi collegati è enorme per WhatApp: è davvero la sua più grande debolezza rispetto alla concorrenza. Ciò consentirà alla piattaforma di giocare al passo con artisti del calibro di iMessage e Signal, entrambi con opzioni eccezionalmente buone per collegare più dispositivi. Se segnala che Google prevede di end-to-end crittografa la sua piattaforma di messaggistica RCS sono vere, poi ce n’è un altro nel mix.

Ma, per il proprietario di WhatsApp Facebook, questo comporta anche un grave problema. Utenti della sua famosa app di Facebook Messenger, che non è crittografata end-to-end per impostazione predefinita—ora dovrebbe passare a WhatsApp. L’accesso multipiattaforma era il suo principale vantaggio rispetto a WhatsApp, che ora non ci sarà più. Si parla anche di interoperabilità tra le piattaforme di Facebook, il che significa Gli utenti di WhatApp possono inviare messaggi agli account Messenger. Col tempo, questa settimana Facebook ha confermato ancora una volta i suoi piani per aggiungere la crittografia end-to-end a Messenger, ma ciò non dovrebbe avvenire presto.

Questo è uno dei due aggiornamenti di funzionalità fondamentali che WhatsApp sta aggiungendo, l’altro è quello di estendere la crittografia end-to-end ai backup su cloud. Attualmente è possibile accedervi dal provider cloud, in gran parte Apple o Google. È in corso anche un aggiornamento di WhatsApp per risolvere questo problema, introducendo la separazione di una cronologia dei messaggi sicura dal telefono principale e ciò può aiutare a supportare l’accesso sicuro a più dispositivi.

La sicurezza delle piattaforme di messaggistica, la mancanza di accesso ai contenuti da parte delle forze dell’ordine e delle agenzie di sicurezza ha creato un grande spaccatura tra legislatori e giganti della tecnologia degli Stati Uniti dietro le piattaforme. Ed è per questo che l’ultimo aggiornamento preso in giro da una nuova versione beta di WhatsApp è così importante: è un’altra affermazione di Facebook che intende espandere l’uso della crittografia, ampliare il suo fascino e consolidare il vantaggio di mercato che WhatsApp ora gode e non fa voglio lasciar andare.

Come ho detto prima, nonostante le altre piattaforme siano più sicure, nessuno ha fatto di più per diffondere la messaggistica sicura di WhatsApp. La squadra deve essere lodata per questo, e raccomanderei volentieri chiunque utilizzi la piattaforma come messaggero di riferimento. Un consiglio però: impostare un PIN sicuro all’interno dell’app, perché i telefoni vengono violati e WhatApp non può proteggerti se non proteggi i tuoi dispositivi. E se sei preoccupato per i tuoi contenuti, disabilita i backup su cloud fino a quando non sono crittografati end-to-end per impostazione predefinita.

[ad_2]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.