[ad_1]

Più tardi questa settimana (30 luglio), NasaIl rover Perseverance inizierà il suo viaggio spazio alla superficie di Marte, con l’obiettivo di rispondere all’annosa domanda se il pianeta abbia mai sostenuto la vita.

La perseveranza, che è dotata di strumenti e tecnologia per esplorare Marte e analizzare le sue scoperte, estrarrà anche campioni di roccia e suolo da lasciare sulla superficie marziana, con l’intenzione che verranno raccolti anni dopo, quando arriverà un altro veicolo spaziale robotico riportali sulla Terra.

Il progetto, che si chiama (opportunamente) Mars Sample Return, darà agli scienziati la possibilità di studiare materiali marziani per segni di antica vita microbica in un ambiente di laboratorio.

“Se vuoi confermare che la vita esiste oltre la Terra, probabilmente non puoi farcela con nessuno degli strumenti che possono essere pilotati oggi”, afferma Kenneth Farley, scienziato del progetto per Perseverance, con cui parla The Verge. “Devi davvero riportare i campioni in laboratorio.”

Se tutto andrà secondo i piani, Perseverance atterrerà nel cratere Jezero di 28 miglia di larghezza di Marte – che contiene sedimenti di un antico delta fluviale dove si potrebbe conservare la vita passata – il 18 febbraio 2021. “Questo è un posto meraviglioso dove vivere per i microrganismi, “Aggiunge Farley, in a dichiarazione per la Nasa. “Ed è anche un posto meraviglioso per quei microrganismi da conservare in modo che ora possiamo trovarli così tanti miliardi di anni dopo.”

Ottieni ulteriori informazioni sul progetto Mars Sample Return nel video qui sotto. Sarai anche in grado di guardare il lancio del 30 luglio online Qui.

Nel frattempo, rivisita Spiegatore di Dazed su come la vita su Marte apparirebbe e sembrerebbe davvero (inclusa la questione fondamentale di come sarebbe ascoltare David Bowie“Starman” sul Pianeta Rosso).



[ad_2]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.