[ad_1]

LINEA SUPERIORE

Poiché le maggiori aziende tecnologiche del mondo – Google, Facebook, Amazon e Apple – crescono in termini di dimensioni, entrate e importanza, i legislatori chiedono se questi giganti della Silicon Valley abbiano fatto troppe acquisizioni, bloccando ingiustamente le società più piccole a favore dei propri servizi, e alla fine danneggiano i consumatori a causa del loro impatto fuori misura sul modo in cui gli americani consumano informazioni o fanno acquisti, ma i repubblicani hanno anche usato l’udienza antitrust della Camera per denunciare lamentele di lunga data riguardo a pregiudizi anti-conservatori.

ASPETTI PRINCIPALI

Il rappresentante Jim Jordan (RO.H.) ha usato tutta la sua dichiarazione di apertura per opporsi a quella che lui chiamava “censura anti-conservatrice”: “Mi limiterò a inseguire, Big Tech è fuori per ottenere conservatori”.

Nel suo lungo racconto di presunti abusi, la Giordania ha accusato Google di “censurare” Breitbart così tanto che il traffico è diminuito del 99%; recintato contro La politica di YouTube che vieta la disinformazione del coronavirus che contraddice l’Organizzazione mondiale della sanità, che ha detto “brividi per la Cina”; assalì la decisione di Amazon di vietare un e-book critico sui blocchi del coronavirus (Amazon alla fine invertito tale decisione) e la decisione di “vietare” l’account del presidente Donald Trump su Twitch di proprietà di Amazon (la sospensione era temporanea e l’account è tornato online adesso).

Anche il rappresentante Jim Sensenbrenner (RW.I.) ha interrogato il CEO di Facebook Mark Zuckerberg su un incidente su Twitter questa settimana in cui Donald Trump Jr. è stato temporaneamente sospeso per la condivisione di un video sui benefici dell’idrossiclorochina. “Non lo prenderei da solo, ma c’è ancora un dibattito sul fatto che sia efficace nel trattamento o nella prevenzione di COVID-19”, ha detto Sensenbrenner. Zuckerberg ha risposto: “Penso che ciò a cui ti riferisci sia successo su Twitter, quindi è difficile per me parlarne”.

Il rappresentante Greg Steube (RF.L.) ha posto a Sundar Pichai, CEO di Google, una domanda specifica su un momento in cui ha cercato il sito Web di notizie di destra Gateway Pundit su Google e non è riuscito a trovarlo. Ha anche chiesto perché le e-mail della sua campagna andranno alle cartelle spam di GMail. In risposta, Pichai ha detto che ha anche ricevuto lamentele da un’organizzazione socialista riguardo alla cancellazione del suo sito Web, e Rep. Val Demmings (DF.L.) è intervenuto per dire che anche le sue e-mail sono state contrassegnate come spam.

Steube si è anche lamentato di voler guardare un video di YouTube che parla dell’idrossiclorochina e dei bambini che tornano a scuola, ma non è stato possibile perché è stato rimosso. Pichai ha risposto che YouTube registra video con disinformazione sul coronavirus su false cure che potrebbero causare danni offline.

L’intera premessa dell’audizione è stata persino contestata da Sensenbrenner, che ha affermato di non pensare che le leggi antitrust statunitensi debbano cambiare e concordano con le testimonianze di Bezos e Pichai affermando che i consumatori sarebbero danneggiati se le società tecnologiche venissero smantellate.

Critici principali

I conservatori si lamentano da tempo dei pregiudizi anti-conservatori sulle piattaforme online. In accuse contro Facebook, molti hanno sottolineato che i post più performanti sul sito sono costantemente dagli sbocchi di destra.

Kathleen Hall Jamieson, direttrice dell’Annenberg Public Policy Center dell’Università della Pennsylvania, ha detto a Mashable che per trovare prove chiare di parzialità, i ricercatori devono stabilire un set di dati e trovare contenuti comparabili a sinistra e a destra, e quindi vedere se sono stati trattati in modo diverso. “Da un punto di vista metodologico, è praticamente impossibile farlo”, ha detto. “Non acquisirai mai l’intera base del contenuto per iniziare l’analisi.”

Tangente

I democratici, nel frattempo, hanno usato il loro tempo per concentrarsi sul potere della Big Tech e si sono concentrati sull’interno documenti mostrando che Zuckerberg voleva acquisire Instagram per “neutralizzare un concorrente”. “Questo è” esattamente il tipo di acquisizione anticoncorrenziale che le leggi antitrust sono state progettate per prevenire “, ha dichiarato il rappresentante Jerrold Nadler (DN.Y.). Pramila Jayapal (D-Wash.) Ha anche grigliato Zuckerberg sulla notizia che Facebook clona prodotti concorrenti per guadagnare un punto d’appoggio nel mercato. Anche Amazon è stata presa di mira dai democratici che hanno messo in evidenza le lamentele dei venditori di terze parti su come i loro prodotti sono stati tagliati dalle stesse merci di Amazon.

Sfondo chiave

L’audizione del Congresso, che è stata condotta interamente tramite videoconferenza, è il culmine di un’indagine di 13 mesi da parte della sottocommissione antitrust della magistratura della Camera. se i giganti della tecnologia hanno infranto le regole antitrust, che potrebbero informare i cambiamenti nella legge rendendo più facile la rottura di queste aziende in futuro. Amazon, Apple, Facebook e Google stanno affrontando indagini antitrust separate da parte della Federal Trade Commission, del Dipartimento di Giustizia e, per Facebook e Google, quasi tutti i procuratori statali del paese – e tali sondaggi potrebbero comportare accuse formali o sanzioni.



[ad_2]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.