[ad_1]

Di Colin Brennan, Presidente, Global Solutions & Services

Mentre il mondo precipitava a capofitto in una pandemia globale, i datori di lavoro furono costretti a fare scelte difficili sulla loro forza lavoro – e rapidamente. Mentre alcune organizzazioni sono state in grado di passare rapidamente al lavoro a distanza e ai nuovi modelli di servizio, altre non sono state altrettanto fortunate e, in molti casi, hanno portato a licenziamenti e licenziamenti. Dato il numero crescente di lavoratori altamente qualificati e sfollati che si stanno rivolgendo a “concerti” in attesa di indicatori di miglioramento economico, le organizzazioni devono pianificare strategicamente il loro nuovo accesso al talento che non potrebbero altrimenti assumere a tempo pieno.

Il lavoro di gruppo non è certo un nuovo fenomeno, poiché l’economia si è riorganizzata attorno a liberi professionisti e appaltatori indipendenti per molti anni. Pre-pandemia, circa 48 milioni di americani stavano lavorando a lavori temporanei o flessibili, e il 40% dei Millennial si identificava come impiegato, secondo PYMNTS. Ma mentre il lavoro dei concerti viene spesso descritto come rideshare e servizi di consegna, l’economia dei concerti comprende anche web designer, copywriter, sviluppatori di software, consulenti di gestione, essenzialmente la maggior parte dei lavori che possono essere eseguiti su richiesta.

Questo modello di talento non cadrà di lato quando emergeremo dalla crisi economica. I lavoratori gig offrono alle organizzazioni la flessibilità di aumentare o diminuire la forza lavoro in base alla domanda di beni e servizi e alle competenze necessarie per fornirli. Il mondo post-pandemia introdurrà una drammatica ridistribuzione di talenti e complessità e le organizzazioni dovrebbero sfruttare la forza lavoro dei giganti e adattare di conseguenza le loro infrastrutture.

Il lavoro di gruppo è ora una capacità organizzativa fondamentale per accedere ai migliori talenti disponibili e mantenere vantaggi competitivi. Per abilitare questa strategia, le organizzazioni devono evolvere i loro approcci alla retribuzione e ai talenti implementando i sistemi giusti per soddisfare le esigenze di una forza lavoro contemporanea e agile.

Ripensare la gestione dei talenti

Il numero di persone che “si esibiscono” come mezzo principale per guadagnarsi da vivere è probabile che rimanga elevato per il prossimo futuro. Ciò rappresenta una sfida per le organizzazioni che desiderano attirare i migliori talenti quando i lavoratori desiderano o devono continuare con stili di vita più flessibili.

Un cambiamento come questo può essere costoso e complicato se non gestito bene. Tradizionalmente, i sistemi di gestione delle risorse umane non sono progettati per gestire efficacemente i lavoratori dei concerti, specialmente quando si tratta di onboarding e offboarding rapidi. Poiché i lavoratori dei concerti svolgono un ruolo sempre più importante nelle loro operazioni, le organizzazioni hanno bisogno di processi agili che si svolgono in modo non cartaceo durante il processo di candidatura o reclutamento; sfruttare il mobile come canale per coinvolgere le persone nell’organizzazione e coinvolgerle; e aiuta a prendere decisioni basate sui dati relative agli skillset.

I sistemi di risorse umane basati sul cloud possono unificare i dati e i processi relativi alle persone delle organizzazioni. Fornendo una visione più ampia della forza lavoro, le organizzazioni possono allocare strategicamente le risorse, assumere le persone giuste al momento giusto, avviare programmi che promuovano il talento e, in definitiva, migliorare l’esperienza dei dipendenti.

Diversificare i metodi di pagamento

Storicamente, le organizzazioni hanno gestito appaltatori indipendenti attraverso sistemi di contabilità che non favoriscono il lavoro basato su progetti. Ora, il potere si è spostato su gig giganti che possono essere più esigenti quando accettano incarichi. In questa era digitale in cui le informazioni, i beni e i servizi sono accessibili da dispositivi mobili e le transazioni sono fluide, le persone si aspettano lo stesso livello di convenienza quando si tratta di pagamenti. Ecco perché è fondamentale per le organizzazioni che utilizzano il modello di concerto per garantire metodi di pagamento rapidi e privi di stress per quei lavoratori, sul loro canale di scelta.

Mentre i lavoratori tradizionali in genere ricevono un compenso su una base predeterminata, la maggior parte dei lavoratori giganti sono pagati al completamento di un progetto. Di conseguenza, le organizzazioni incontrano sempre più le aspettative di retribuzione immediata – o quasi immediata – da tutti i segmenti della forza lavoro. Con il 74% dei lavoratori che vivono stipendio per stipendio, secondo un rapporto del American Payroll Association, le organizzazioni stanno rivalutando le loro strategie sui salari, che chiaramente non funzionano più per molte persone.

Fortunatamente, ora disponiamo della tecnologia per pagare i lavoratori dei concerti in modo rapido e semplice. Le organizzazioni possono calcolare i compensi man mano che vengono raccolti i dati relativi al tempo, consentendo pagamenti più frequenti che vanno direttamente ai portafogli digitali dei lavoratori, proprio come Apple Pay o Alipay. DailyPay di Alight il servizio di gestione stipendi su richiesta, ad esempio, consente ai lavoratori di trasferire i salari maturati ma non pagati su qualsiasi conto bancario o carta di pagamento in anticipo rispetto alla successiva busta paga. Un numero crescente di organizzazioni è già passato a un modello di retribuzione on demand, che consente ai lavoratori di accedere ai loro salari guadagnati in base al giorno successivo o nello stesso giorno.

Adatta le esperienze al talento

Mentre l’economia dei concerti continua a crescere, le organizzazioni si troveranno in una accesa competizione sia per i lavoratori tradizionali che per quelli dei concerti. I datori di lavoro devono impegnarsi a fondo per assicurarsi di poter acquisire e trattenere i migliori talenti con non solo forti compensi e benefici, ma anche ritmo, orari e posizione flessibili. Questi fattori chiave creano ambienti in cui le persone vogliono lavorare.

Il futuro della forza lavoro estesa riguarda velocità e agilità, in cui le organizzazioni di successo sono ugualmente abili nel mettere insieme e impiegare i talenti necessari oggi con le capacità di previsione che saranno necessarie in futuro. Considerare i lavoratori giganti come una parte fondamentale della pianificazione strategica della forza lavoro e modernizzare i sistemi interni per soddisfare le aspettative dei lavoratori per accordi più flessibili consentirà alle organizzazioni di ottimizzare la propria strategia di talenti in un mondo instabile e complesso.

[ad_2]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.