Si chiama Clubhouse il nuovo social che potrebbe rivoluzionare l’approccio alla comunicazione sul web. Basato completamente sulla comunicazione vocale, la piattaforma sta rapidamente diventando un fenomeno culturale in grado di attrarre figure di spicco provenienti da diversi ambienti, dalla politica al mondo dello spettacolo. A cosa deve il suo successo?

Lanciata nel 2020 dalla Alpha Exploration Co. guidata da Paul Davison, l’applicazione sfrutta un sistema di comunicazione basato non più sulla conversazione testuale, come la maggior parte dei social network tra cui Facebook o Twitter, o su immagini o video, in stile Instagram o TikTok solo per citare alcuni degli esempi più conosciuti, ma sulla voce. Cresciuta in particolare durante il periodo di lockdown dovuto alla pandemia Covid, nelle ultime settimane l’app è riuscita a raddoppiare i propri iscritti raggiungendo quota 2 milioni. La conferma è arrivata proprio da Davison, il quale ha sottolineato le potenzialità del progetto che al momento vede alle spalle oltre 180 investitori e una valutazione di un miliardo di dollari, una cifra ragguardevole per un social network così recente.

Clubhouse si basa sulla creazione di club e stanze virtuali all’interno delle quali si creano conversazioni su vari temi. Qui potrete dunque discutere di talk show, canzoni, lavoro, amore, politica e molto altro ancora.

Almeno per il momento, purtroppo, Clubhouse non è disponibile in modo indiscriminato. L’app, che di recente ha ricevuto l’endorsement di celebrità del calibro di Oprah Winfrey, è scaricabile solo tramite sistema operativo iOS. Gli utenti Android, almeno per il momento, non la possono utilizzare sui loro dispositivi.

Clubhouse si inserisce perfettamente in un contesto tech dove nuove app emergono per far fronte a rinnovate esigenze di comunicazione degli utenti di tutto il mondo. Di recente, infatti, abbiamo sentito molto parlare di app come Parler e Signal (l’ideale sostituto di Whatsapp).

Come funziona

I messaggi audio che trovate sul social non sono audio registrati bensì chiacchiere live su temi specifici a cui partecipano liberamente le persone interessate all’argomento. Una volta aperta la app, Clubhouse mostra l’elenco delle conversazioni che stanno avvenendo in quel momento e di quelle programmate in seguito e anche da chi sono moderate. E’ un algoritmo che decide quali stanze mostrarvi, sulla base del vostro lavoro, degli interessi o delle amicizie che avete stretto all’interno del social.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.