Lo sbarco della campagna elettorale italiana su TikTok, spesso da parte di leader che non conoscono il social media e senza una visione chiara dei traguardi da raggiungere, ha sollevato critiche e raccolto risate bipartisan. Gli esperti svelano benefici e pericoli di una discesa in campo spericolata.
Silvio Berlusconi e Matteo Renzi, tra gli altri, hanno di recente aperto un account su Tik Tok, raggiungendo Calenda , Conte, Meloni e Salvini. Se n’è parlato molto. Qui si offrono i primi dati, relativi al lasso di tempo che va dal 26 agosto al primo settembre scorsi, per capire le performance dei vari leader in riferimento ad alcuni kpi. Nel numero di follower, l’account di Berlusconi, dopo poco più di 24 ore dall’apertura, già tallonava Matteo Salvini:
Degno di nota anche il dato delle visualizzazioni nei 7 giorni osservati, con l’account di Berlusconi che genera l’awareness maggiore, raccogliendo
quasi il doppio di “plays” dell’account più performante (quello di Meloni):
È ancora Silvio Berlusconi il vettore principale del conversato prodotto. Sia sul singolo post, che al momento dell’osservazione faceva registrare quasi 30.000 commenti


Sia per il numero complessivo di commenti (e like) generati nei 7 giorni:

 

@silvio.berlusconi Ciao ragazzi, eccomi qua. Vi do il benvenuto sul mio canale ufficiale #Tiktok per parlare dei temi che più stanno a cuore a Forza Italia e al sottoscritto e che vi riguardano da vicino: parleremo e discuteremo del vostro #futuro Vi racconterò di come vogliamo rendere l’#Italia un Paese che possa darvi nuove opportunità e la possibilità di realizzare i vostri sogni. Ci rivediamo presto su TikTok ! #silvioberlusconi #berlusconi #elezioni #forzaitalia🇮🇹💪❤️ #politica #giovani ♬ suono originale – Silvio Berlusconi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *