[ad_1]

La nuova Zoom TV di DTEN è, francamente, un po ‘stupido.

È un touchscreen autonomo da 27 “con tre fotocamere, otto microfoni e il software Zoom integrato. Si abbina al tuo laptop o telefono tramite audio ad ultrasuoni, si collega al tuo calendario e ti consente di partecipare alle riunioni con un tocco e include funzionalità di lavagna, per $ 599 .

In altre parole, piuttosto che riutilizzare la tecnologia che già possiedi (come quel laptop con una fotocamera già incorporata), puoi aggiungere più tecnologia al tuo ufficio a un costo aggiuntivo e avere qualche filo in più attorno alla scrivania.

D’altra parte, il dispositivo annuncia un nuovo palcoscenico in presenza di un ambiente remoto.

Dove siamo insieme, anche a parte.

Ne abbiamo un po ‘, ovviamente, in Slack ed e-mail e Zoom vecchio stile sui nostri computer, ma non è lo stesso di essere in un ufficio in cui puoi semplicemente passare dalla scrivania di un collega e fare una domanda. La presenza remota in ambiente è un collegamento video sempre attivo a tempo pieno con i tuoi compagni di squadra in tutto il paese e il pianeta: la prossima cosa migliore per essere nello stesso ufficio.

È qualcosa di avvio con sede a Vancouver Pertica ha tentato di farlo circa sette anni fa, ma mancava di una pandemia globale costringendo enormi percentuali di lavoratori della conoscenza del mondo a lavorare dagli uffici domestici.

Ma questo è quello che hanno costruito: un’app per i tuoi vecchi telefoni o tablet per trasformarli in macchine continue di presenza remota:

Certo: devi metterti dei limiti attorno in modo che non diventi inquietante – solo durante l’orario di lavoro, o più probabilmente durante l’orario di ufficio impostato – ma questo può essere molto più naturale di Slack o Google Meet o … Zoom programmato incontri.

La soluzione Perch includeva alcune tecnologie per sapere quando ti avvicinavi al dispositivo, quindi sapeva quando attivarlo, in un certo senso, ma era un portale sempre attivo per i tuoi colleghi. Attualmente lavoro con colleghi a San Francisco, Berlino, Tel Aviv e altrove. Darei loro accesso al mio ufficio a casa in orari prestabiliti per rendere la nostra collaborazione più sociale e più semplice.

L’unica cosa, tuttavia, è che preferirei non acquistare una soluzione hardware (in questo caso DTEN) che mi lega a un solo fornitore (in questo caso Zoom).

Zoom e DTEN stanno lanciando il dispositivo in concerto con “Zoom for Home”. La nuova soluzione di home office di Zoom consente agli abbonati di utilizzare videoconferenze, chiamate, lavagne e altro “dispositivi di collaborazione personale”.

“Dopo aver sperimentato noi stessi il lavoro remoto negli ultimi mesi, era chiaro che dovevamo innovare una nuova categoria dedicata ai lavoratori remoti”, ha dichiarato Eric Yuan, CEO di Zoom.

Il dispositivo è disponibile per il preordine ora.

Il concetto – presenza remota ambientale – è uno che stiamo appena iniziando a esplorare.

[ad_2]

Francesco Giuliani
Author: Francesco Giuliani

Italian Entrepreneur & King of Influencers.

Italian Entrepreneur & King of Influencers.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *